Riaperti i termini per il ricorso collettivo contro il Blocco della Contrattazione dal 2006 al 2015 per ottenere:

Øun equo indennizzo per la perdita del potere di acquisto dal 01/01/2006 al 30/07/2015

Øun risarcimento del danno per i mancati adeguamenti contrattuali dal 30/07/2015 fino all'effettivo rinnovo del CCRL

Øuna somma a titolo di penale per il prolungato ritardo del rinnovo contrattuale

PER L’ADESIONE E TUTTE LE INFORMAZIONI RIVOLGERSI ALLA SEGRETERIA DI.R.SI

TEL 091 6260609 FAX 091 7302617 E-MAIL dirsi@dirsi.it

 

Chi è online

 13 visitatori online

Pagine Visitate


Filippo Basile

Benvenuto nel sito Di.R.Si.
Circolare del Presidente sulla Rimodulazione PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 29 Agosto 2018 09:38

 

Con circolare prot.n. 43334 del 08/08/2018 della Segreteria Generale (clicca qui per scaricarla) il Presidente della Regione Siciliana ha diramato le linee di orientamento per la rimodulazione, ai sensi dell’art.49 comma 1 della L.R. n. 9/2015 e dell’art.13 comma 3 della L.R. n. 3/2016, degli assetti organizzativi dei dipartimenti Regionali con conseguente modifica del D.P.Reg. n. 12/2016 .

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 29 Agosto 2018 09:40 )
 
Sistema di valutazione dei dirigenti PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 06 Agosto 2018 21:31

 

Mercoledì 8 agosto si avvia la concertazione sindacale con l’Assessore dell’Autonomie Locali e della Funzione Pubblica sul “Sistema di misurazione e valutazione della Performance (D.P. Reg. 21 giugno 2012, 52 articolo 7 comma 2)” (clicca qui per scarica la proposta)

Il documento rivisita i criteri di valutazione della dirigenza e del comparto non dirigenziale, in vigore fino al 2017, riformandoli alla luce della normativa sulla performance dell’amministrazione nel suo complesso.

Eventuali osservazioni e suggerimenti dovranno essere inviata all’e-mail Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

 
Revisione D.P. 12/2016 risorse fondo della dirigenza per il biennio 2019/2020 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 27 Luglio 2018 17:15

Di seguito riportiamo il testo della nota prot.n. 421 del 27/07/2018 inviata dall'Organizzazione Sindacale DI.R.SI. all'Assessore alle Autonomie Locali e Funzione Pubblica On.le Bernadette Grasso, alla Segreteria Generale, alla Ragioneria della Regione Siciliana e al Dipartimento Regionale Funzione Pubblica e del Personale:

 

 


 

 

Oggetto: Area della Dirigenza – Revisione del D.P. Reg. 12/2016 - Risorse per il fondo della Dirigenza ex art. 66 C.C.R.L. per il biennio 2019/2020.

La previsione legislativa vigente prevede che il D.P.Reg. 12/2016, relativo al Funzionigramma della Regione Siciliana, debba essere revisionato con cadenza biennale, periodo temporale che risulta già trascorso.

Ad oggi come O.S. registriamo che soltanto un paio di Dipartimenti hanno provveduto ad avviare le concertazioni per la revisione dei propri funzionigramma, senza coordinamento alcuno da parte della Segreteria Generale.

Si rappresenta che la stragrande maggioranza dei contratti dei Dirigenti della Regione siciliana ha scadenza il 31 dicembre del corrente anno, e senza una appropriata revisione dei funzionigramma saranno costretti a dovere presentare la propria candidatura per strutture dirigenziali che potrebbero essere soggette a cancellazione e/o ad accorpamento, con le ovvie conseguenze e ricadute di precarietà.

Inoltre il Fondo della dirigenza, ex art. 66 del C.C.R.L. vigente, è stato ripartito a tutto il 2018 sui vari C.R.A., e per la stipula dei nuovi contratti a partire dal 1 gennaio 2019 occorre che si rendano disponibili le relative risorse economiche per ciascun di essi preventivamente alla stipula dei nuovi contratti; evitando la perniciosa consuetudine di pubblicità di postazioni dirigenziali con relativa pesatura fittizia delle stesse, a cui non corrisponde una precisa quantificazione economica fino al momento della stipula del contratto; detto procedimento ovviamente genera un perverso percorso nei confronti di tutti i Dirigenti interessati, che quasi sempre hanno accettato incarichi secondo alcune previsioni di assegnazione di risorse non confermate al momento della firma del contratto, attestandosi regolarmente su quotazioni inferiori.

Pertanto si invitano le SS.LL. in indirizzo, ognuno per la propria responsabilità a dare un efficace impulso all’avvio delle procedure di revisione del D.P.Reg. 12/2016, affinché l’Amministrazione Regionale a partire dal 1 gennaio 2019 possa riprendere la propria attività con le strutture dirigenziali adeguate, e tutti i Dirigenti abbiano sottoscritto i contratti di preposizione.


IL SEGRETARIO REGIONALE

EUGENIO PATRICOLO

 

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 27 Luglio 2018 17:19 )
 
Rinnovo CCRL dirigenza - Incontro con l'Assessore Grasso del 06/06/2018 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 07 Giugno 2018 13:27

 

INCONTRO DEL 06/06/2018-RINNOVO C.C.R.L. DIRIGENZA

Si è tenuto oggi con l’Assessore Grasso e le OO.SS. dell’Area della Dirigenza l’incontro per un confronto preliminare e propedeutico all’emanazione della direttiva per il rinnovo contrattuale.

All’incontro sono state presenti il nuovo Capo di Gabinetto, Antonella Bullara, e poi anche il Dirigente Generale della Funzione Pubblica, Rosalia Pipia.

La nostra sigla sindacale Di.R.Si. che nei precedenti incontri aveva già presentato la propria piattaforma per il CCRL ed alcune proposte di modifiche legislative necessarie per ammodernare la macchina regionale, prima fra tutte il superamento della terza fascia (clicca qui per scaricare il documento consegnato il 24 aprile u.s.), ha concordato con OO.SS. autonome un documento unitario (clicca qui per scaricarlo) che riassume le comuni posizioni irrinunciabili, ferma restando la principale richiesta di conoscere la quantificazione delle somme per il rinnovo contrattuale della dirigenza e la loro allocazione nel pertinente fondo.

L’Assessore ha ripetuto che la disponibilità delle somme destinate ai rinnovi dei CCRL del Comparto e della Dirigenza, ammontanti a 53 milioni di euro, vede in 9,3 milioni di euro circa la quantificazione destinata al rinnovo del CCRL della Dirigenza, ha ribadito la sua intenzione di emanare le direttive entro breve termine, prevedendo un rinnovo dei contratti entro l’anno, ed ipotizzando il possibile impiego di risorse per incrementare la premialità del merito.

Ha assicurato che il suo interesse ed obiettivo principale è quello di accelerare sulla modernizzazione dell’Amministrazione approntando nuovi strumenti e nuovi processi, più adeguati alle richieste dell’utenza, come quelli che prevedono di potere testare attraverso il progetto pilota RiformAttiva del PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020.

In proposito abbiamo fatto presente come, avendone avuta notizia nel mese di settembre u.s. dalla nostra Federazione nazionale FEDIRETS, abbiamo tentato di stimolare, nelle sedi competenti, l’adesione ufficiale della Regione Siciliana a questo progetto pilota, che rappresenta un importante contributo per la configurazione, a tutti i livelli, della nuova pubblica amministrazione digitale, ed abbiamo espresso la nostra soddisfazione che l’attuale squadra della Funzione Pubblica ne abbia compreso appieno le potenzialità.

Abbiamo tuttavia ribadito la nostra richiesta di variazione compensativa fra il capitolo di bilancio in cui sono state appostate attualmente le risorse per il rinnovo contrattuale di tutto il personale regionale e quello specifico per il rinnovo del contratto dell’Area della Dirigenza della quota parte, precedentemente riportata, delle somme destinate al suddetto rinnovo contrattuale; abbiamo espresso la nostra posizione in merito all’utilizzo delle risorse esclusivamente per incrementare il tabellare, escludendo qualsiasi intervento limitativo sul fondo per la retribuzione di risultato, visti i numerosi interventi legislativi che nel giro di pochissimi anni hanno ridotto, con tagli lineari, di oltre il 50% il suo valore, a fronte di immutate competenze e responsabilità in capo all’Amministrazione Regionale.

Anche in questa sede abbiamo ripetuto quanto rappresentato al capo della segretaria tecnica del Presidente nell’incontro avvenuto durante l’assemblea sit-in del 5 giugno, su come e quanto le ultime norme della L.R. 3/2016 e L.R. 9/2015 abbiano di fatto impedito il naturale avvicendamento nelle postazioni dirigenziali da parte dei dirigenti che oggi non pensano affatto di spostarsi verso sedi di maggiore impegno a fronte di risorse inferiori e incertezza nella stipula dei contratti individuali.

Abbiamo ritenuto opportuno consegnare una copia delle direttive nazionali per il rinnovo contrattuale dell’Area Funzioni Centrali.

Infine, abbiamo dato la nostra completa disponibilità ad avviare dei tavoli di confronto per una seria riforma della pubblica amministrazione, sia con la revisione dell’attuale normativa regionale, sia per dare spunti operativi da portare ai tavoli nazionali che riguardano l’innovazione digitale secondo un percorso metodologico per cambiare il modo di lavoro dell’apparato amministrativo.

Palermo 6 giugno 2018

SEGRETARIO REGIONALE

 

Ultimo aggiornamento ( Giovedì 07 Giugno 2018 13:30 )
 
Risorse per il rinnovo contrattuale PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Giovedì 17 Maggio 2018 17:24

Il Sindacato DIRSI ha chiesto all'Assessore Grasso chiarimenti sulle risorse di bilancio per il rinnovo contrattuale della dirigenza:


In data 11 maggio 2018 è entrata in vigore la L. R. 8 maggio 2018, n. 9 “Bilancio di previsione della Regione siciliana per il triennio 2018-2020”, nella cui nota integrativa approvata (Allegato 1) sotto il capitolo “Spesa per il personale” si afferma “E’ stato inoltre previsto l’onere per il rinnovo del contratto dei dipendenti regionali e del personale degli enti regionali a cui si applica il medesimo contratto”.

Questa O.S., nell’incontro avvenuto in data 24 aprile 2018 con il Capo di Gabinetto delegato dalla S.V., ha posto come primo punto imprescindibile la presenza di risorse appostate in bilancio per la dirigenza, avvertendo che in assenza si sarebbe proceduto alla immediata proclamazione dello stato di agitazione con minaccia di sciopero, e la successiva restituzione di deleghe da parte dei Dirigenti ai loro Dirigenti Generali diretti.

Sono seguite le Sue rassicuranti dichiarazioni a mezzo stampa.

Alla data odierna il bilancio triennale approvato (cfr. deliberazione della Giunta Regionale n. 195 del 11/05/2018 – Allegato A: allegati alla nota n. 2243 del 11/05/2018 bilancio finanziario gestionale 2018-2020 spesa per assessorato, pag. 270) ha previsto le seguenti risorse sui capitoli di spesa interessati [.......] Clicca qui per continuare a leggere

 

 


Pagina 1 di 42
VALID CSS   |   VALID XHTML