Le sigle sindacali


S.A.Di.R.S. , DI.R.SI., COBAS-CODIR, UGL, SIAD/UDIRS
UNITARIAMENTE

 

 

  • Proclamano lo stato di agitazione dei Dirigenti della Regione Siciliana e degli Enti di cui all'art 1 della L.R. 10/2000 contro lo stallo nella trattativa per il rinnovo del CCRL 2016-2018 (clicca qui)
  • Nonostante l'Aran Sicilia convochi i sindacati il 27/11/2018, confermano lo stato di agitazione  (clicca qui)
  • Chiedono di essere convocati dal Presidente e confermano lo stato di agitazione (clicca qui)
  • Attivano le procedure di raffreddamento e conciliazione dinnanzi al Prefetto (clicca qui)
  • Convocano un'assemblea Sindacale per il giorno 08/02/2019 (clicca qui)
  • Nonostante l'Aran Sicilia convochi i sindacati il 18/02/2019

  • Proclamano lo Sciopero dei Dirigenti della Regione Siciliana e degli Enti di cui all'art 1 della L.R. 10/2000 per mercoledì 20/03/2019 (clicca qui)
  • Confermano lo sciopero del 20 marzo 2019 con manifestazione a Palermo e Catania (clicca qui)

 

 

Chi è online

 27 visitatori online

Pagine Visitate


Filippo Basile

Benvenuto nel sito Di.R.Si.
SCIOPERO DELLA DIRIGENZA DEL 20 Marzo 2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 13 Marzo 2019 17:59

 


In data 8 Febbraio u.s., l’assemblea dei dirigenti regionali e degli Enti di cui all’art 1 della L.R. 10/2000 si è espressa all’unanimità per la proclamazione dello sciopero del prossimo 20 Marzo a fronte del mancato rinnovo del CCRL, fermo oramai da 14 anni.

Le scriventi sigle sindacali che hanno dichiarato lo sciopero hanno effettuato ogni legittimo adempimento per rimuovere lo stallo e addivenire ad una soluzione che venisse incontro alle legittime richieste della categoria:

· È stato proclamato lo stato di agitazione della categoria e richiesto al Presidente della Regione, di essere convocati per un tentativo di conciliazione del conflitto, senza esito;

· È stato richiesto al Prefetto di Palermo, quale parte terza, di mediare con l’Amministrazione regionale al fine di pervenire ad una soluzione positiva della vertenza, il rinnovo del CCRL, anche questo senza esito;

· È stato avviato con l’ARAN Sicilia un percorso con la richiesta di impegni e comportamenti fattivi, nonché di un calendario di lavoro ben preciso, il tutto finalizzato ad una reale volontà di arrivare velocemente al rinnovo del CCRL 2016-2018. L’ARAN, da Settembre 2018 ad oggi ha convocato in tutto i sindacati 5 volte. Nelle 2 ultime riunioni tenute, successive alla proclamazione dello sciopero e come tali strumentali, l’ARAN ha proposto soltanto una serie di articoli d’importanza non primaria (sistema delle relazioni sindacali, ferie, assenze, aspettative) sulla falsariga di quelli approvati nel contratto del comparto non dirigenziale. Il relativo confronto, nonostante le scriventi OO.SS. abbiano prontamente prodotto le proprie osservazioni è stato circoscritto e non concluso a 2 soli articoli su 36, per i quali non è stato ancora raggiunto alcun accordo. Abbiamo insistito con l’Aran per continuare con un confronto serrato, almeno settimanale, ma ad oggi, di fatto, il confronto si è arenato ancora una volta.

Pertanto, continuando tutt’oggi a permanere i motivi per i quali è stato indetto lo sciopero del prossimo 20 Marzo, le sottoscritte OO.SS. intendono confermare la propria volontà allo svolgimento dello stesso.

Quindi, tutti i Dirigenti della Regione Siciliana e degli Enti, rifuggendo da logiche di delega e finte giustificazioni, sono invitati a partecipare massivamente alle manifestazioni del giorno 20 marzo che si terranno a Palermo e a Catania, per:

1. rivendicare il proprio diritto ad un rinnovo contrattuale ormai assente dal 1 gennaio 2006 nel rispetto della propria dignità professionale;

2. scongiurare l’inopinata proposta dell’ARAN di spalmare l’incremento contrattuale (mediamente a regime 209 euro lordi, dopo ben 14 anni) quasi per la metà (40%), sul salario accessorio, con tutto quello che ciò significa anche in relazione alle ripercussioni negative sul futuro assegno pensionistico;

3. rivendicare il passaggio di tutti i dirigenti alla seconda fascia dirigenziale.

 

I SINDACATI


SADIRS  DIRSI COBAS/CODIR UGL SIAD/UDIRS


Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 13 Marzo 2019 18:03 )
 
In memoria di Sebastiano Tusa PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Domenica 10 Marzo 2019 18:41


Il Presidente, il Comitato Direttivo e tutti gli iscritti all'Associazione Di.R.Si. si uniscono al dolore di familiari e amici per la scomparsa del collega

Sebastiano Tusa

dirigente regionale illuminato, prestato alla Politica, che con grande professionalità e coraggio ha saputo accrescere il prestigio culturale della Sicilia  nel mondo.

 
Rinnovo CCRL - riunione del 25/02/2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 27 Febbraio 2019 18:29

 


Lunedì 25 Febbraio si è svolto il quarto incontro presso l’Aran Sicilia presenziato dall’Avv. Gallo e dall’Avv. Cibin.

Il presidente dell’Aran Sicilia ha fatto presente di non aver potuto esaminare accuratamente le osservazioni fatte pervenire dalle varie sigle sindacali per mancanza di tempo , e ha invitato le stesse a presentare le prossime con anticipo rispetto al termine di scadenza, per permettere agli uffici di esaminarle.

Sono state apprezzate le correzioni formali apportate dalla DIRSI al testo relative a diverse incongruenze con particolare riferimento agli articoli richiamati.

L’ARAN ha comunicato di voler convocare i sindacati ogni lunedì, e ha chiesto se ci fossero problemi a causa delle contestuali convocazioni per la concertazione della riorganizzazione dell’Amministrazione regionale; i sindacati hanno tutti manifestato la disponibilità a essere convocati comunque.

Per quanto riguarda gli articoli 5 (Confronto) e 7 (Contrattazione integrativa decentrata), laddove in particolare si parla dei criteri sull’assegnazione degli incarichi dirigenziali, non è risultato chiaro, a causa di dichiarazioni apparentemente contrastanti del presidente Gallo e di Cibin, se tale argomento, così come altri di rilievo, debba essere congelato in attesa delle determinazioni in procinto di essere prese dal Ministro della Funzione Pubblica Bongiorno (Cibin) o possa essere affrontato ogni argomento senza attendere altre direttive (Gallo).

Ci è stata consegnata inoltre una prima bozza di tabella economica, che non è definitiva poiché mancano ancora dati da alcuni Enti di cui all’art.1 della L.R. 10/2000 (clicca qui per scaricare la bozza di tabella economica), ma che comunque non dovrebbe discostarsi in maniera significativa.

È stata proposta la seguente ripartizione degli aumenti economici: 60% sul tabellare e 40% sull’accessorio, facendo però presente che, ove nel tabellare, come sembra, verrà inclusa anche la retribuzione di posizione parte fissa, la percentuale sul tabellare dovrà essere aumentata (80%). Tutte le sigle ovviamente hanno concordato che sul tabellare dovrà essere compresa la maggior percentuale possibile.

Abbiamo ricevuto una seconda bozza riguardante gli articoli del Titolo III Capo I e II, del CCRL 2016-2018, (clicca qui per scaricare i 22 articoli) (ferie, permessi retribuiti, malattie, aspettative etc.) ma risultano in bianco “da sviluppare” gli articoli che hanno ad oggetto le disposizioni più controverse: “Linee generali per il conferimento degli incarichi dirigenziali” “Incarichi dirigenziali ad interim”, “Impegno di lavoro”, mentre è stato inserito, su suggerimento della nostra sigla, l’articolo relativo a “Attività didattica dei dirigenti presso le Università” che non figurava nella prima bozza.

I sindacati autonomi, in separata sede, hanno poi deciso di presentare le osservazioni alle successive bozze che l’ARAN farà pervenire, unitariamente, al fine di accelerare i tempi della discussione, pertanto le osservazioni ai prossimi articoli saranno inviate unitariamente da SADIRS, DIRSI, COBAS/CODIR, UGL, SIAD/UDIRS.

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 27 Febbraio 2019 18:38 )
 
Rinnovo CCRL - osservazioni art. 1-13 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Venerdì 22 Febbraio 2019 18:13

 

L'Aran Sicilia convoca le sigle della dirigenza

Lunedì 25 Febbraio 2019 alle ore 15:00

per trattare i primi 13 articoli della Bozza di CCRL 2016-2018.

 

La DIRSI ha già inviato le sue proposte di modifica al testo. (clicca qui per scaricarle)

Ultimo aggiornamento ( Venerdì 22 Febbraio 2019 18:19 )
 
Rinnovo CCRL incontro 18/02/2019 PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Mercoledì 20 Febbraio 2019 08:51

 

Incontro del 18 febbraio 2019 ore 11:00 tra i Sindacati e l’ARAN Sicilia per il rinnovo del contratto collettivo

RESOCONTO

All’incontro con le sigle sindacali ha presenziato il Presidente dell’ARAN Sicilia avv. A. Gallo ed il suo staff.

L’incontro è iniziato con parecchio ritardo rispetto all’ora di convocazione, ritardo causato sia dagli uffici dell’ARAN che si sono presentati dopo le ore 12,00, sia per la mancanza di una sigla sindacale (la CGIL) che per motivi interni alla stessa si è presentata al tavolo alle ore 13,00.

Dopo questa lunga attesa il Presidente ha esordito che in questa data iniziava la contrattazione per il CCRL della Dirigenza, che auspicava da parte di tutti i partecipanti la massima collaborazione secondo la metodologia di lavoro già consolidata per il CCRL del comparto non dirigenziale, che ha portato al risultato di un documento pienamente condiviso. Ha rappresentato che il lavoro si indirizzerà secondo le Direttive del Governo, anche se a livello nazionale il rinnovo del contratto per la Dirigenza non è stato ancora rinnovato.

Dopo questa premessa ha dato la parola alle OO.SS. che hanno espresso le loro posizioni; la nostra dichiarazione è stata piuttosto sintetica in quanto abbiamo sottolineato la necessità di dare una accelerazione alla fase di contrattazione, in maniera da potere addivenire al risultato del rinnovo nel più breve tempo possibile, abbiamo concordato sulla richiesta dell’ARAN di valutare gli articoli di volta in volta su gli argomenti presentati, come quelli riferiti ai primi 13 articoli , che riguardano in particolare la parte delle relazioni sindacali, ed infine abbiamo specificatamente richiesto se nel frattempo erano stati definiti i risultati per la quantificazione delle risorse economiche da imputare al rinnovo.

A quest’ultima richiesta il Presidente dell’ARAN ha risposto dicendo che i dati sul personale che sono stati forniti fino ad oggi da parte della Funzione Pubblica non sono completi, soprattutto per la quota riguardante il personale degli Enti collegati.

Alla conclusione degli interventi, e dopo una ulteriore pausa di circa un’ora richiesta dall’ARAN per definire le procedure da assumere per il prosieguo della contrattazione, il Presidente dell’ARAN ha rappresentato che si rende disponibile ad effettuare le riunioni con cadenza settimanale, comunque sempre compatibilmente con gli impegni dell’ufficio, coinvolto contemporaneamente in altre attività, e pertanto si aspetta le proposte delle OO.SS. sui primi 13 articoli entro il prossimo venerdì, 22 febbraio, per potere fare una sintesi con eventuale approvazione nella prossima seduta di lunedì 25. Nel contempo ha invitato le OO.SS. a mandare le proprie proposte anche sugli argomenti principali del nuovo contratto che si intendono affrontare, per potere predisporre un documento di sintesi.

Pertanto restiamo in attesa della futura convocazione, e nel contempo provvederemo all’invio delle nostre controdeduzioni.

Clicca qui per scaricare la proposta ARANSICILIA dei primi 13 articoli del CCRL

 

 

IL SEGRETARIO REGIONALE

 

 

 

Ultimo aggiornamento ( Mercoledì 20 Febbraio 2019 08:59 )
 


Pagina 1 di 43
VALID CSS   |   VALID XHTML